Lorenz Zadro

Chitarrista, autore, produttore, direttore artistico, promoter e divulgatore musicale

2007. Vive un’intensa esperienza nel Regno Unito suonando in numerosi live clubs con Eddie Wilson, cantante-armonicista londinese, con cui nello stesso anno produce l’album “Lost In The Blues”, e con Joe O’ Callaghan, ricevendo il titolo di “Jammer Of The Night Award…for class blues licks!”.

2009. Fonda la The True Blues Band, un collettivo musicale aperto sull’esempio di formazioni come la Blues Incorporated di Alexis Korner e John Mayall & The Bluesbreakers, nonché l’italiana Guido Toffoletti’s Blues Society. Di fatto, l’attività live della formazione è spesso a servizio di artisti Blues internazionali in tour in Italia: la band ha affiancato in una serie di concerti il bluesman gallese Rowland Jones, l’americano James Thompson, l’irlandese Carl Wyatt, l’americano Archie Lee Hooker e l’italoamericano Breezy Rodio. Nel 2012 ha prodotto l’album “TBB & Friends” dove, oltre al nucleo base della formazione veronese, si alternano ospiti italiani ed internazionali. In particolar modo, il brano “I Don’t Agree!”, dedicato a Peppino Impastato, ha attirato l’attenzione della critica ed ha ricevuto menzione speciale al Premio 2014 “Musica Contro le Mafie”.

Collabora con il cantautore Enrico Nascimbeni alla produzione dell’album “Il Serpente Tonto” (MoltoPop), secondo album italiano più venduto nella classifica iTunes, premiato con il Disco d’oro.

2010. Fonda l’associazione culturale no-profit Blues Made In Italy, progetto nato per la promozione e la divulgazione del Blues italiano, attraverso collaborazioni e sinergie con artisti, promoter, festival, associazioni, radio e riviste di settore connessi al mondo del Blues italiano. Ogni anno organizza l’omonimo raduno nazionale, premiato già nel 2012 come “Miglior Festival Blues” alla consegna degli “Oscar del Blues”. La manifestazione essendo di fatto la più grande fiera dedicata a questo settore musicale, è diventata il punto di riferimento in Italia per tutti coloro a vario titolo promuovono tale cultura.

E’ socio attivo e membro di giuria nelle selezioni finali dell’European Blues Challenge – sez. Italia, challenge organizzato dall’associazione europea European Blues Union che raccoglie i massimi esperti di Blues europei. E’ produttore dei cofanetti CD-DVD, realizzati fin dalla prima edizione di Blues Made In Italy ed European Blues Challenge, dal 2010 al 2016.

2011. Collabora con il cantautore Enrico Nascimbeni alla ripubblicazione dell’album “Hotel Costarica 1983” (Warner Music), sesto album italiano più venduto nella classifica iTunes e registra le parti di chitarra elettrica nell’album “H” nei brani “Nel Blues dipinto di Blues”, “Una Sigaretta” e “Sei Minuti all’Alba”.

2012. Collabora con la rivista “Il Blues” (trimestrale di cultura musicale attiva fin dal 1982, avente sede a Milano). Nello specifico si occupa di recensioni di spettacoli e dischi, interviste ad artisti e della rubrica “Blues Guitar: Viaggio nel Mondo della Chitarra Blues”.

2014. Organizza il primo tour italiano ed europeo di Leo “Bud” Welch, bluesman mississippiano nato nel 1932, artista Fat Possum / Big Legal Mess Records per cui ha inciso due album: “Sabougla Voices” (2014) e “I Don’t Prefer No Blues” (2015).

2015. Collabora alla produzione del libro fotograficoYou Got To Move: The Land of Roots Music” (Susil Edizioni), a cura di Francesca Castiglioni. Il libro è un tributo alla Terra del Blues, attraverso un “diario di bordo” realizzato viaggiando nel Sud degli Stati Uniti, nello specifico tra Mississippi, Tennessee ed Arkansas.

Fonda la società A-Z Blues s.a.s. assieme a Davide Grandi ed Antonio Boschi, entrambi redattori della rivista “Il Blues” e, da molti anni, coordinatori di molti progetti legati al mondo del Blues. La società offre servizi a 360° coordinati e legati al settore musicale Blues & American Music, ad artisti, locali e club, festival ed Enti nel settore dello spettacolo.

Collabora alla produzione di ‘Mississippi to Sahara‘, album di Faris, con la partecipazione di Leo “Bud” Welch. L’album è inserito tra i ‘The essential 10 Touareg Albums‘ di songline.co.uk.

2016. Collabora alla realizzazione del film-documentario sulla vita di Leo “Bud” Welch dal titolo “Late Blossom Blues“, diretto da Wolfgang Almer e Stefan Wolner, uscito nel 2018 per l’austriaca Red Monster e distribuito Hoanzl. “Late Blossom Blues” vince il 26 th Annual Living Blues Award nella categoria “Best Blues Album of 2018 / DVD of the Year“.

Diventa autore SUISA, cooperativa svizzera degli autori ed editori.

Collabora con la rivista “Magazzini Inesistenti” (bimestrale di musica e cultura underground, avente sede a Chieti) occupandosi nello specifico di recensioni di dischi e di biografie di artisti blues.

Registra le parti di chitarra acustica ed elettrica nell’album “2” di Mora & Bronski, progetto acustico parallelo de I Rio, nei brani “Mannish Boy“, “Corrina Corrina“, “Ace of Spades” e “Baby What You Want Me To Do“.

Registra le parti soliste di chitarra elettrica nell’album “Back To The Essence” di Manuel Tavoni, nei brani “Back To The Essence” e “I’m Talkin‘ About The Blues“, anticipati nell’aprile 2017 dal singolo “My Baby Doesn’t Speak“.

Conduce il viaggio organizzato da Travel For Fans, “Blues Made In Italy Going South“, tra Mississippi, Tennesse ed Arkansas accompagnando un nutrito gruppo di appassionati in visita ai luoghi più significativi nel cuore del Delta Blues.

Registra chitarra elettrica e ukulele nel singolo “Sesso Barra Amore” di Simone Laurino, brano selezionato per la manifestazione estiva “Festival Show 2016“.

Collabora in qualità di co-produttore, alla realizzazione dell‘album “Living Live” dei Bayou Moonshiners, disco-viaggio tra composizioni tradizionali ed originali dedicate alla Terra e ai suoni di New Orleans.

2017. Collabora in qualità di produttore artistico, alla realizzazione dell‘album “The Blues Masters: an italian tribute” prodotto dall’associazione culturale Blues Made In Italy, antologia contenente singolari versioni di brani-tributo ai Maestri del Blues da parte dei migliori bluesmen italiani.

Lavora con Rudy Rotta alla realizzazione dell’album “Volo sul Mondo” (Zyx / PepperCake), album che raccoglie i brani della sua carriera usciti in lingua italiana, contenente inoltre Marmor, Stein Und Eisen Bricht, un omaggio alle nazioni di lingua tedesca che lo hanno sempre accolto con il grande rispetto.

Insieme ad Alexandra Balint, pubblica il libroBlues Pills – Storia e Illustrazioni alla Scoperta della Musica Nera“, stampato e distribuito da Arti Grafiche Parma. Il volume di 60 pagine con CD allegato, è suddiviso in otto capitoli (le origini, gli stili, i musicisti di riferimento, la situazione del Blues in Italia, bibliografia e discografia consigliata), scritto con uno stile volutamente leggero ed essenziale per non intimorire chiunque voglia affacciarsi alla materia.

E’ autore della postfazione del libro “Tracce di Blues” (ArtiGrafiche Parma) di Gigi Montali, volume fotografico che racconta, per mezzo di immagini, un viaggio dal delta del Mississippi a Chicago sulle tracce del blues, della sua storia e del suo immaginario.

Cura la produzione artistica ed esecutiva dell’album “Startin’ Point” di Gabriele Dusi scrivendo, inoltre, il brano “For Chuck“, tributo a Chuck Berry.

2018. Inizia la collaborazione con la Scuola di Musica Laboratorio Superiore Musicale – Accademia di Cerea (VR) nel ruolo di Responsabile Coordinamento Progetti, all’interno dello staff della struttura scolastica, che offre corsi amatoriali per bambini e ragazzi, corsi di perfezionamento, laboratori, stage, seminari e masterclass.

Registra le parti soliste di chitarra elettrica e chitarra acustica nell’album “50/50” di Mora & Bronski, nei brani “Anarcos” e “Appuntamento al Buio“, anticipati in tutte le radio nel marzo 2018 dal singolo “Spaghetti Blues“, nel 2021 colonna sonora del trailer per Lucky Luke con Terence Hill distribuito da Cine34 / Mediaset.

Riceve targa e riconoscimento da Italian Blues Unionper aver valorizzato il Blues come collante culturale in Italia“.

Riceve premio e riconoscimento da Terre Sonoreper la professionalità, impegno, passione, creatività e divulgazione della musica Blues“.

Registra le parti soliste di chitarra elettrica e chitarra acustica nell’album “The Big Sound” di Ciosi, nei brani “Alabama“, “My Grandfather” e “Who Looks For Something“.

Inizia la collaborazione con il giornale LaNotizia.news (periodico di notizie locali avente sede a Legnago (VR). Nello specifico si occupa della promozione e valorizzazione della scena musicale locale con la rubrica “La Mia Bassa Suona il Rock”.

Intervista Renzo Arbore  per Il Blues Magazine e LaNotizia.news presso il Teatro Salieri di Legnago (VR).

Con A-Z Blues in collaborazione con Slang Music, organizza il primo tour italiano delle Larkin Poe (Atlanta – Georgia, USA).

2019. E’ eletto membro del direttivo dell’Associazione Culturale Rudy Rotta, nata allo scopo di dare vita e continuità ai progetti musicali ed artistici di Rudy Rotta, chitarrista, cantante e compositore con la quale organizza il concerto di Keb’ Mo’ al Teatro Romano di Verona e co-produce l’album Now And Then.

Insieme ad Antonio Boschi, pubblica il libroBlues Pills e Altre Storie“, stampato e distribuito da Arcana Edizioni. Il volume passa in rassegna le origini, gli stili e i musicisti di riferimento andando a ripercorrere anche alcuni aspetti al di fuori della musica ma che con la stessa hanno un legame fondamentale.

Fonda la società A-Z Press, agenzia di comunicazione globale per eventi legati a musica, festival, manifestazioni, viaggi, cultura ed enogastronomia.

2020. E’ eletto socio dell’Associazione Vinile Italiana di Milano.

Prodotto da Vrec Music Label, esce “Blues Chameleon” di Lorenz Zadro & Friends, album che racchiude registrazioni raccolte in vent’anni di collaborazioni con artisti del panorama blues & folk italiano ed internazionale.

Esce la compilation “Pistoia Blues Next Generation vol. 5” (Vrec Music Label), contenente il brano “Liza’s Eyes Blues“,  registrato a Londra con Eddie Wilson.

E’ ospite del Bitonto Blues Festival 2020 – Pandemusic Edition come autorevole voce del blues e personalità importante del panorama artistico, culturale e sociale italiano.

Come esperto di blues, è ospite del format #SeBachFosseQui diretto da Marco Stanzani di Red & Blue Music Relations, a fianco di numerosi ospiti tra cui Alex Britti, Serena Brancale, John Vignola di Rai Radio 1, Phil Mer e Mora & Bronski.

Le attività professionali svolte in ambito musicale con A-Z Blues e Blues Made In Italy valgono una citazione nel libroLa Storia del Blues” di Roberto Caselli, stampato e distribuito da Hoepli all’interno di un esaustivo capitolo sulla storia del blues italiano.

Con un personale contributo scritto a mano partecipa alla pubblicazione del libro digitaleFaakcoronavirus. L’ho scritto di mio pugno” (OneBuk Edizioni), a cura di Artisti No Limits. Un progetto no-profit di raccolta e diffusione di messaggi positivi lanciati da artisti, musicisti, operatori del mondo della cultura e dello spettacolo.

Registra le parti di chitarra elettrica nel singoloSan Giuto Blues” dei Nuovi Cedrini, disponibile su tutte le piattaforme digitali e videoclip, uscito per l’etichetta Kaleidofon Records.

2021. Promoter e ufficio stampa dei Lovesick, in occasione dell’uscita dell’album “All Over Again“, realizzato in formato CD, vinile 33” e 45”, con tre singoli in rotazione radiofonica e dell’album “A Country Music Adventure“. Il lancio dei contenuti sul web segna oltre 8.000.000 tra ascolti e visualizzazioni di videoclip, ottenendo l’invito ad esibirsi a Casa Sanremo 2021 e l’utilizzo dei loro brani nella colonna sonora della serie “Speravo de morì prima” dedicata a Francesco Totti, in onda su Sky e Now Tv e nel film ‘Lamborghini’ uscito nei cinema.

Esce la compilation “Radio Adige TV Compilation” (Baracca Music), contenente il brano “Rollin’ & Tumblin’“,  registrato a Londra con Eddie Wilson e “San Giuto Blues” dei Nuovi Cedrini.

Promoter e ufficio stampa di Stefano D’Onghia, in occasione della partecipazione alla prima edizione del game-show “Cash or Trash – Chi offre di più?“, condotto da Paolo Conticini, in onda tutte le sere su Nove, il canale tv a vocazione generalista di Discovery+.

Promoter e ufficio stampa di Matthew Lee in occasione dell’uscita del singolo nelle radio “Shout Out Christmas“, del tour “Rock’n’Love 2021” in Italia, Francia e Russia e della partecipazione alla Maratona Telethon su Rai Uno.

2022. Promoter e ufficio stampa di Leonardo Maria Frattini in occasione dell’uscita del singolo “Mara (serenata per Mara Maionchi)” e della partecipazione a Italia’s Got Talent su piattaforme Sky, NowTV e Tv8.

Promoter e ufficio stampa della seconda edizione del game-show “Cash or Trash – Chi offre di più?“, condotto da Paolo Conticini, in onda tutte le sere su Nove, il canale tv a vocazione generalista di Discovery+.

E’ autore della postfazione del libroTutto questo è blues. Roberto Formignani, una vita a ritmo di musica tra il Mississippi e il Po” (Arcana Edizioni), volume biografico dedicato al musicista blues Roberto Formignani, a cura di Samuele Govoni.

Registra le parti soliste di chitarra elettrica nell’album “Viaggiando” della band Travel Agency, nel brano “Come Siamo Buoni“.

Collabora alla stesura del libroBlues. La musica del diavolo” (Diarkos), libro che racconta i più importanti bluesmen della storia attraverso la transizione dal blues del Delta di inizio novecento al contemporaneo modern blues inglese e statunitense, a cura di Antonio Pellegrini.

Per il 10° anniversario dall’uscita dell’albumTBB & Friends’ della The True Blues Band, edito esclusivamente in CD nel 2012, cura la pubblicazione su tutti gli stores digitali e l’ufficio stampa.

2023. Promoter e ufficio stampa degli Strada38 in occasione dell’uscita del singoloMonna Lisa“, prima versione in lingua inglese del brano di Ivan Graziani, distribuito da Sony Music con edizioni musicali Universal Music / Ricordi, presentato in anteprima su Radio Freccia TV.

Ufficio stampa in occasione dell’uscita del brano “Un’altra rosa” dei Nomadi con la partecipazione del Corodoro, contenuta nell’album “Cartoline da qui“, firmato da Luciano Ligabue e pubblicato su tutte le piattaforme digitali, in formato fisico cd e vinile deluxe su etichetta BMG per celebrare il sessantesimo anniversario della carriera della band più longeva d’Italia. Promoter in occasione della partecipazione al concerto ”Nomadi60‘, davanti a 10.000 persone in piazza a Novellara (RE), con riprese TV per servizi di Rai e Mediaset per Studio Aperto, Tg5.

Promoter e ufficio stampa dei Lovesick, in occasione dell’apertura dei concerti di Zucchero ‘Sugar’ Fornaciari all’Arena Campovolo di Reggio Emilia per celebrare con ‘Diavolo in R.E.’ le hit più celebri della  sua quarantennale carriera con 35.000 sedute per ogni show, e dei quattro concerti in Sicilia al Teatro Valle dei Templi di Agrigento e Teatro Greco di Siracusa.

E’ ospite in qualità di musicista e memorialista in occasione del centenario del giornalista Giulio Nascimbeni (1923-2023), “Cent’anni del Signore della Terza Pagina“, insieme a Marzio Breda, scrittore, editorialista e quirinalista del Corriere della Sera.

Ottiene l’iscrizione al Ruolo di Periti ed Esperti – Sezione Musica, riconosciuto dalla Camera di Commercio di Verona al n. VR-620, inaugurando la categoria per la provincia di Verona.

2024. Promoter e ufficio stampa di Giudi e Quani in occasione dell’uscita del singoloFool Yourself“, e dell’albumOut Of My Way“, presentato in anteprima in occasione della Milano Music Week e negli studi di Radio ADMR Rock.

Relatore del corso “La comunicazione musicale dall’Ufficio Stampa al Marketing” presso il Centro Urbano di Cultura Artistica di Vicenza.

Promoter e ufficio stampa del “Dongi – Second Life Shop“, il negozio di Stefano D’Onghia, mercante d’arte nelle aste tv (Nove, Discovery+, Warner Bros).

Promoter e ufficio stampa dedicato a “Live in Oxford, England, 1999“, documento live del primo concerto di Rudy Rotta in Inghilterra, filmato e curato da registi della Bbc inglese, prodotto da Blues Archive.

COLLABORAZIONI
In qualità di chitarrista e produttore artistico interviene e collabora in diversi progetti a fianco di artisti nazionali e internazionali come Leo “Bud” Welch, Archie Lee Hooker, Ian Siegal, Reed Turchi, Sarasota Slim, Eddie Wilson, James Thompson, Rowland Jones, Carl Wyatt, Joe O’ Callaghan, Rudy Rotta, Deborah Kooperman, Breezy Rodio, Arthur Miles, Dirk Hamilton, Mora & Bronski, Limido Brothers, Veronica Sbergia & Max De Bernardi, Fabrizio Poggi, Franco Vinci, Matteo Sansonetto, Dave Moretti, Enrico Nascimbeni, Manuel Tavoni, Simone Laurino, Gabriele Dusi, Ciosi, Stefano Belluzzi, Nuovi Cedrini, …

UFFICIO STAMPA & TOUR
Nel ruolo di direttore artistico e responsabile ufficio stampa ha lavorato con Larkin Poe, Tommy Emmanuel, North Mississippi Allstars, Keb’ Mo’, Guy Davis, Renzo Arbore, Nino Frassica & Los Plaggers Band, Enrico Nascimbeni, Eugenio Finardi, Gino Paoli e Danilo Rea, Amedeo Minghi, Maurizio Vandelli (Equipe 84), Leo “Bud” Welch, Rudy Rotta, Premiata Forneria Marconi, Nomadi, Lovesick, Matthew Lee, Faris / Farees, Erja Lyytinen, Carlos Del Junco, Stefano D’Onghia di Cash or Trash, Sacromud, Dimore, Autoradio, Strada38, Bea De Beni, Mikol Frachey, Giudi e Quani, …

LA STAMPA SCRIVE

…poche sono le persone qui da noi che tanto hanno fatto e altrettanto fanno per il bene del Blues, uno di questi è sicuramente Lorenz Zadro. Sincero appassionato di tutto ciò che gravita attorno alla galassia americana, ovunque possa esserci un punto di intersezione con il Blues, il nome di Lorenz Zadro presto arriva, con la sua serietà ed il suo entusiasmo...”

…Lorenz Zadro è nato il 6 gennaio 1985. Stesso giorno di Paolo Conte e Adriano Celentano, due big della musica legati a sonorità d’oltreoceano come il jazz e il rock’n’roll. Il chitarrista veronese ha invece scelto la via del blues...”

…Lorenz Zadro è chitarrista, sessionman, produttore, studioso e appassionato divulgatore in materia, al punto di essere diventato negli anni un autentico riferimento per musicisti e cultori del blues in Italia…

…musicista di esperienza, vero maestro delle 12 battute, abbraccia sonorità moderne e mai banali, ballate e blues chitarristici. Potremmo essere a Chicago o a Memphis e invece siamo in Italia, dalle parti di Verona…

…quando un ragazzo giovane, pur avendo calcato le scene da diversi anni, riesce a conquistarsi un nome nel mondo del blues, non solo italiano, significa che alla passione unisce classe e carisma. Lorenz Zadro è sempre andato alla ricerca di stimoli nuovi, per non lasciare arrugginire ottusi integralismi della macchina del blues…

…un’infinità di progetti, come la fondazione dell’associazione culturale Blues Made In Italy e la collaborazione con artisti e riviste di ogni calibro. Una vita dedicata al blues e una carriera ricca di passione per far conoscere il blues tra esperienze e stravaganze, traboccante di talento autentico…

…Lorenz Zadro ha il blues nel sangue e una vita spesa a diffonderlo. Tra armoniche, chitarre e voci roche, l’atmosfera è perfetta…

…as an introspective observer, he is able in a short time to understand the personality of the artists. Leo “Bud” Welch, autochthonous Mississippian bluesman said of him: “Lorenz once understood my personality knew what to do. He knows how a blues artist thinks. He is intuitive and knows what to play…”

“… intraprendente e infaticabile deus ex machina di “Blues Made In Italy” (inutile ricordare chi è costui, lo sanno tutti!) ha un ruolo determinante nella realizzazione di grandi eventi, che coinvolgono indistintamente ogni parte d’Italia. Portando con sé passione ed entusiasmo, accende l’anima della “Fiera del Blues”…”

“…il primo merito di Lorenz Zadro è quello di essere un grande divulgatore di Blues, ma essendo anche un valido chitarrista, ci fa piacere presentarlo anche in tale veste: la maturità artistica di Lorenz non si è solo formata all’interno dei confini nazionali, ma può vantare una serie di incontri di tutto rispetto che hanno contribuito a determinare il suo stile…”

…Lorenz Zadro est un brillant guitarriste acoustique avec une dèmarche pèdagogique qui est ancrèe dans une profonde tradition musicale fondèe sur le partage e l’humanisme….

…chitarrista, produttore, musicologo, rappresenta nel blues italiano ciò che Eddie Condon fu per il dixieland…

…Een “Blues Kameleon” is een zeer juiste benaming voor de verrichtingen van de Italiaanse artiest Lorenz Zadro uit Verona. Samen met een groot aantal vrienden heeft hij een album En het is door die afwisseling, dat dit album zeer aangenaam klinkt…

…valente musicista e vero divulgatore, organizzatore di manifestazioni di primaria importanza a livello nazionale per gli appassionati di blues...”

…Je ne pense pas qu’il y ait un «son italien» pour le blues. Le grand miracle du blues, c’est d’être devenu une langue internationale. De nos jours, il est de grands musiciens qui jouent de la bonne musique partout dans le monde. Peu importe d’où vient ce musicien. La chose importante est l’ambiance, la connexion, pour être honnête et sincère...”

…Lorenz è un chitarrista blues che non disdegna di puntare il proprio radar anche in direzioni diverse dal blues propriamente detto, e questo lo rende un musicista duttile e pronto a qualsiasi situazione,  frutto di una dicotomia tra il divulgatore e il musicista…

…l’album ‘Blues Chameleon’ è il riassunto della carriera del musicista veronese che, da artista, produttore e organizzatore, ha passeggiato lungo un bel pezzetto di storia del blues …

…attivo da vent’anni nell’ambito musicale, prima come musicista e successivamente come autore, produttore, giornalista, talent scout e agente di spettacolo, può essere considerato un “Sommelier della Musica”, cultore e divulgatore di Blues & American Music...”

…nell’ambiente degli amanti della musica è una vera e propria autorità. Non è solo un promoter che dà spazio ad artisti affermati ma è lui stesso un musicista di valore. Non vanno dimenticate le collaborazioni con testate di settore, e i premi e riconoscimenti in oltre un ventennio di attività...”